.. E' difficile riuscire a spiegare cosa ho provato quando mi è stato riferito che mia figlia di 7 anni era affetta da diabete; mi trovavo in ospedale, cercavo di essere tranquilla per non spaventare ancora di più la mia bambina. La guardavo negli occhi, mascherando la paura, la rabbia, l'impotenza, lo smarrimento e l'angoscia che solo altri genitori, che hanno provato la stessa esperienza, possono capire...
All'improvviso la vita cambia, la quotidianità, rappresentata dal continuo monitoraggio della glicemia e da 4 iniezioni di insulina al giorno, diventa un incubo per tutta la famiglia, si ha comunque la "certezza" che niente sarà più come prima...
Anche i bambini possono avere il diabete... non lo sapevo, pensavo che fosse un problema che riguardava solo gli anziani...
In cosa ho sbagliato: nell'alimentazione??? Pensavo di essere una brava mamma e invece... Cosa sarebbe stata d'ora in poi la nostra vita? Perchè proprio noi dovevamo provare questa esperienza? Perchè proprio mia figlia? Il medico ha cercato di rassicurarci, spiegandoci nei dettagli tutto quello che c'era da sapere sull'autocontrollo della malattia, trasmettendoci non solo la speranza per una guarigione futura, ma la certezza che nel giro di breve tempo avremmo imparato a convivere con questa nuova realtà, realizzando comunque tutti i progetti e i sogni che sono di ogni bambino di questa età... In un attimo ha sgombrato la nostra mente da tutti quei pregiudizi che stavano soffocando ogni speranza...
Il medico... una persona eccezionale. Quello che però ci è mancato è stato confrontarci con l'esperienza di altre famiglie e di altri bambini...

                                                            (B. Pamela)

... Era la sera del 16 Febbraio 2000, Alessandro aveva 11 anni quando, dopo una visita e un banale test ambulatoriale (la glicosuria) effettuata dal pediatra, mi sono sentita dire: "Alessandro ha il diabete... fatti forza... è una strada lunga e difficile da percorrere... ma sono sicuro che ce la farete".
Gli occhi spalancati e spaventati di Alessandro mi guardavano, cercava di capire cosa gli stava accadendo;io non riuscivo a venire fuori dal vortice in cui ero caduta, ma le parole restavano in gola. Mentre tornavo a casa cercavo di rispondere alle domande di Ale: mamma, che cos'è il diabete? ... E' colpa delle cose che ho mangiato? ... Ma guarisco vero? ... Ora cosa mi fanno? ...
Cercavo di nascondere l'angoscia e la paura che stavano per sopraffarmi. La mattina successiva con il ricovero in pediatria si è spalancata, per noi, la porta di un mondo sconosciuto. Siamo stati  presi per mano dal Pediatra Specializzato in Diabetologia e, assieme al personale infermieristico del reparto, guidati con serenità e competenza alla scoperta di questa nuova realtà, fatta di autocontrollo, insulina, glicemia, ipoglicemia, orari da rispettare, stile di vita da cambiare e un'unica certezza: niente sarebbe stato come prima... ma dobbiamo andare avanti, con la speranza che in un futuro non troppo lontano si trovi la cura per sconfiggere il diabete. 
Nel periodo di ricovero in ospedale, con la collaborazione del pediatra, abbiamo fatto conoscenza con altre famiglie di ragazzi e bambini diabetici. Ascoltare la loro esperienza  e vedere che, superate le difficoltà iniziali di adattamento alla "malattia", la vita quotidiana rientrava "quasi" nella normalità, ci ha sollevato e rinfrancato notevolmente.
Condividere e confrontare ansie, problemi e soluzioni correlate alla convivenza quotidiana con il diabete, è stato per noi, fin dall'inizio una necessità costante...
                                                           (T. Giuliana)


 

Se vuoi aiutarci a sostenere le nostre attività puoi destinare il 5 per mille dell'irpef nella prossima dichiarazione dei redditi all'Associazione Giovani Diabetici Lucca, a te non costerà niente, ma il tuo contributo sarà determinante per promuovere e sostenere le nostre iniziative.
AGD Lucca aderisce alla Federazione Regionale Associazioni Toscane Diabetici

Questo è il nostro codice fiscale:

92019690467

Ti ringraziamo per il contributo


Nuovo_striscione

  Site Map